COME PREVENIRE GLI INCENDI BOSCHIVI - RADIO CLUB LEVANTE
VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE E ANTINCENDIO BOSCHIVO

COME PREVENIRE GLI INCENDI BOSCHIVI

b135ec1c-ee42-4a6f-87ff-434263b04b4e01-06-2017

Con l’arrivo del caldo si presenta anche il pericolo incendi, che puntualmente nelle stagioni estive ha causato non pochi problemi dal punto di vista dell’antincendio boschivo, e che purtroppo ha già segnato il 2017  con grossi incendi già a gennaio.Tutti noi possiamo aiutare a mitigare il rischio e i pericoli che derivano da tutto ciò; seguendo alcune piccole indicazioni possiamo ridurre sensibilmente il rischio che si propaghino grandi incendi, con relativi danni ai nostri territori che tutti conosciamo.

Di estrema importanza, infatti, nell’attività di prevenzione è il fattore umano, dato che purtroppo la maggior parte di incendi sul nostro territorio nazionale è da attribuire a comportamenti scorretti, sia volontari che involontari. Fondamentale è il controllo del territorio, sia da parte delle autorità competenti, sia dai volontari delle associazioni, ma anche dal singolo cittadino. Controllo di tutte quelle attività umane, sia produttive che ricreative, che si svolgono sul territorio. Importante anche l’attività di informazione e sensibilizzazione rivolta a tutti i cittadini, che intendo recarsi nei nostri boschi, o che hanno interessi anche di varia natura, come agricoltori o cacciatori. Inoltre è doveroso rispettare le leggi e le normative vigenti in materia di prevenzione e sicurezza, come il consueto decreto regionale di divieto assoluto di accendere qualsiasi tipo di fuoco nei periodi più caldi.

Esistono piccole e semplici “regole” di educazione civica e buon senso che fanno si di ridurre il rischio di incendio. Tali norme comportamentali sono anche le basilari regole da seguire per avere il rispetto dei boschi e dell’ambiente in generale. Infatti non bisogna gettare mozziconi di sigaretta o fiammiferi ancora accesi, accendere fuochi nei boschi al di fuori delle aree attrezzate (controllando che il fuoco sia spento prima di andarsene), evitare di posteggiare l’auto in zone dove la marmitta possa essere a contatto o nelle vicinanze di erba secca, non abbandonare rifiuti nei boschi o in discariche abusive e non bruciare le sterpaglie senza le dovute misure di sicurezza , oltre che, ad accenderli  al di fuori dei periodi in cui è assolutamente vietato anche effettuare gli abbruciamenti di residui vegetali, dovuti alla pulizia dei terreni o delle piante.

Infine, in caso di avvistamento di un incendio boschivo, i consigli sono di mettersi subito in una situazione di sicurezza allontanandosi dal punto in cui è divampato l’incendio. Se si fosse nelle immediate vicinanze, di portarsi un fazzoletto (possibilmente bagnato) alla bocca, così da non respirare il fumo. Non sostare sulle strade per non intralciare il passaggio dei soccorsi, e se proprio non ci fosse altra possibilità che dover attraversare il fuoco, cercare di farlo dove la vegetazione e le fiamme sono più basse, o in prossimità di un corso d’acqua.

Qualora chiunque dovesse avvistare un incendio può segnalarlo alle autorità competenti attraverso dei numeri di telefono appositamente istituiti per questi tipi di emergenze, che sono riportati infondo all’articolo.

Regione Liguria   800 807 047

Carabinieri Forestali     1515

Numero unico delle emergenze       112

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *